"/>

Il cantiere edile tra adempimenti burocratici e accorgimenti operativi

La predisposizione del cantiere edile.
di Roberto Bussone

Che si tratti di un edificio residenziale, commerciale, terziario o industriale, la ristrutturazione di un immobile passa necessariamente attraverso l’allestimento e la predisposizione di un cantiere edile, definendo come tale il luogo operativo di lavoro temporaneo che muta con il progredire dei lavori.

Per poter procedere con l’allestimento di un cantiere sono necessari diversi adempimenti burocratici.

Fondamentale è l’ottenimento del titolo abilitativo, sia esso un permesso di costruire, SCIA o CILA, che varia a seconda del tipo di intervento. Questo viene rilasciato dal Comune in cui è ubicato l’immobile.

Successivamente è necessario procedere con la nomina di una serie di figure obbligatorie quali il Direttore Lavori, il Coordinatore della Sicurezza.

I rapporti tra il committente e l’Impresa saranno regolati dal Contratto di Appalto che varierà a seconda che si tratti di committenza pubblica o privata. L’Appaltatore, ovvero l’esecutore dell’incarico, redigerà un POS (Piano Operativo di Sicurezza) che dovrà rispettare le indicazioni contenute nel PSC (Piano di Sicurezza e Coordinamento) redatto dal Coordinatore della Sicurezza obbligatorio quando vi è la compresenza di più imprese. Il PSC è lo strumento attraverso il quale è possibile conoscere tutte le figure coinvolte nel cantiere, le diverse fasi di lavorazione e i mezzi con i quali verranno condotte in modo da prevedere rischi e pericoli.

L’esecuzione dei lavori richiede sempre la massima attenzione perché tutti i cantieri comportano dei rischi.

Solo dopo aver adempiuto a tali obblighi si potrà procedere con l’allestimento del cantiere, che sarà eseguito nel rispetto della normativa vigente, utilizzando tutti gli accorgimenti necessari a salvaguardare la sicurezza dei lavoratori ma anche di chi potrà trovarsi nelle sue immediate vicinanze. Sarà quindi delimitata l’area di cantiere con transenne mobili o fisse, verranno eretti ponteggi, steccati e protezioni. Gli operatori dovranno rispettare l’utilizzo dei dispositivi individuali di protezione.

Altri articoli dal nostro blog

Che cos’è quindi il rischio di uno strumento finanziario?

Occorre comprendere e conoscere i prodotti per comprenderne i rischi!

Il potere (sottovalutato) del Blog

“Cos’ è un Blog? E perchè potrebbe aiutare il mio Business?”

La finanza comportamentale

Approccio alternativo alla teoria finanziaria efficiente

COS srl

sede legale:
c.so Tassoni 16 - 10143 Torino (TO)

sede operativa:
via da Montefeltro 2 - 10134 Torino (TO)

p.iva 11665600018

Social